2m mission

Per capire la mission cominciamo da noi.

Era maggio e me ne stavo seduto alla mia scrivania in Agenzia con davanti la mia collaboratrice. Lei era in piedi davanti a me, e dietro di lei l’ampio salone del “front-office” di uno splendido fabbricato del ‘400 (dove abbiamo la sede) in centro a Ferrara. Come ogni mattino ci stavamo confrontando sulle “urgenze” da risolvere nell’arco della giornata.

2M assicurazioni missionAl tempo gestivo un team di 12 persone tra impiegate e agenti, pensavo agli allenamenti di corsa, alle prossime vacanze in moto e mi lasciavo stressare dalla gestione della mia azienda, tra obiettivi di crescita e prossime tasse da pagare. Era tutto “perfetto” nella normalità di un inizio di giornata primaverile, con il sole che scalda e il profumo dei tigli che riempie l’aria. Fino a quando…
…uno strano sensazione di malessere ha pervaso il mio corpo in un istante, la scrivania che trema, la mia sedia con rotelle che trema, e la mia collaboratrice che trema con gli occhi sbarrati da uno stupore non ancora diventato terrore.

Erano le 9 di mattina del 29 maggio del 2012. 16 persone sono morte con quella scossa. 300 ferite. 15.000 persone hanno lasciato la propria casa, chi per pochi giorni, chi per mesi, chi non è più tornato a casa.

E io? Me ne stavo lì, fermo alla scrivania a bere l’ultimo sorso di caffè pensando al mio “addio”.
Invece non accadde nulla, ne a me, ne alla mia famiglia, ne alla mia casa, ne alle aziende dei miei clienti, ne alle case dei miei clienti, ne all’ufficio (al di là di qualche crepa nell’intonaco). Illeso, patrimonio intatto, e un forte senso di impotenza.

Cosa dovevo imparare da una esperienza del genere?

Dovevo imparare a fare testamento? A urlare un “Inno alla vita”? A vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo? A non lasciarmi più distrarre dalle cose futili?

In realtà ho imparato un mix di tutto questo, e fatto mio un progetto di vita che si rispecchiasse anche sul mio lavoro: dare il meglio sempre per vivere bene e permettere a me e alla mia famiglia e alla mia azienda di superare le difficoltà e avere sempre una squadra pronta ad aiutare a rialzarsi, perché dopo la collina c’è sempre una pianura fatta di piacere che aspetta chi non si arrende.

Quella mattina di primavera ha generato il lento cammino che ha portato alla creazione di 2m assicurazioni, e che ogni giorno accompagna l’impegno alla protezione di tutti i membri dell’Agenzia.
L’Agenzia sta evolvendosi come una azienda, abbinando l’esperienza sul campo a un continuo percorso di formazione a tutti i livelli, e di specializzazione per alcuni nostri consulenti che hanno voluto differenziarsi diventando “esperti” nel loro campo.

La nostra preparazione non ci rende una élite, anzi. Il nostro obiettivo è l’opposto: diffondere il più possibile e in modo semplice la cultura della gestione dei rischi…aiutare le persone a capire come identificare i rischi per se stessi e per la propria famiglia, farne una classifica per priorità e per importanza e in seguito scegliere le migliori soluzioni me minimizzarli o trasferirli ad altri: noi come assicurazione, o alla banca, o al fornitore.

E anche per dare il meglio di noi che abbiamo deciso di “sdoppiarci” e strutturarci in due gruppi specializzati: 2m corporate e 2m persona.